GINECOLOGIA

La poliedricità del Suo impegno clinico anche presso la Clinica Ostetrica e Ginecologica dell’Università di Bari, per le attività cliniche di Endocrinologia Generale connesse alle attività chirurgica, ostetrica e medica della Struttura e per l’attivazione del Servizio di Endocrinologia Ostetrica e Ginecologica annesso alla Clinica omonima nel Policlinico di Bariquale Coordinatore e Responsabile delle attività connesse al Servizio di Endocrinologia Ostetrico-Ginecologica e Nutrizione Clinica con ampi spazi di autonomia organizzativa, clinica, di ricerca e studio, gli ha permesso di approfondire gli ambiti propri della Endocrinologia, Ginecologia e Oncologia, per la loro intrinseca affinità, nello studio nutrizionale e metabolico nella donna, oltre che allo studio della produzione ormonale sugli organi bersaglio.

In quegli anni, egli si è occupato anche delle problematiche nutrizionali in ambito ostetrico-ginecologico. In particolare, ha focalizzato la sua attività clinica e di ricerca sulla introduzione in ostetricia di una metodica largamente utilizzata in chirurgia generale ed oncologica, ma mai applicata nelle gestanti: la Nutrizione Parenterale Totale.

La specifica attività professionale e di studio in questa direzione ha seguito i canoni della originalità, nonché quelli della innovazione clinica dell’intervento professionale. Tale metodica è stata resa fruibile alle gestanti affette da Iperemesi Gravidica. Il successo del trattamento in termini di guarigione clinica e ripercussioni positive sulla crescita fetale, correlato da un incoraggiante rapporto costo-beneficio, ha determinato la successiva inclusione nel protocollo terapeutico anche di casi di Difetto di Crescita Intra-Uterino Fetale (I.U.G.R.), in gestanti con deficit nutrizionali.

Il carattere squisitamente innovativo della terapiaha dato un notevole contributo in campo scientifico; infatti, l’esperienza e i dati elaborati sono stati pubblicati e riportati su diverse riviste, seminari di studi e congressi di livello nazionale ed internazionale (Congresso Mondiale di Medicina Perinatale, Società Italiana di Nutrizione Parenterale ed Enterale, Riunioni del Gruppo di Studio e di Ricerca di Medicina Fetale) realizzando numerose pubblicazioni sul tema. In ambito clinico, la terapia nutrizionale parenterale è stata, altresì, dallo stesso personalizzata e utilizzata nel protocollo terapeutico di pazienti con patologia neoplastica, metabolica e con gravi disordini alimentari.

GINECOLOGIA
Patologie, esami e trattamenti
  • Acne
  • Seborrea
  • Cellulite
  • Trattamenti per la cellulite
  • Alopecia androgenetica
  • Iperandrogenismo ovarico
  • Acne, seborrea e caduta dei capelli
  • Alterazioni del ciclo mestruale
  • Alterazioni del flusso mestruale
  • Dismenorrea
  • Amenorrea
  • Contraccezione
  • Metodi contraccettivi
  • Pianificazione familiare
  • Sindrome premestruale
  • Infertilità
  • Sterilità coniugale
  • Anovulazione
  • Stimolazione ovarica
  • Ovaio multifollicolare
  • Ovaio policistico
  • Iperinsulinismo
  • Eccesso ponderale
  • Ipertricosi
  • Irsutismo
  • Malattie autoimmuni
  • Sindrome Climaterica
  • Climaterio
  • Menopausa
  • Osteoporosi
  • Deficit vitamina D e alterazioni del metabolismo del calcio
  • Stanchezza cronica
  • Sessuologia
  • Sessualità
  • Disforia di genere
  • Transessualismo
  • Androginia
  • Calo del desiderio
  • Endocrinologia ginecologica
  • Fisiopatologia della riproduzione umana
  • Adenoma Ipofisario PRL-secernente e sterilità
  • Gravidanza
  • Diabete
  • Diabete gestazionale
  • Resistenza all’insulina
  • Dietoterapia
  • Ipercolesterolemia
  • Alterazioni del profilo lipidico: Colesterolo totale, HDL, LDL, Apolipoproteine plasmatiche, Trigliceridi
  • Prevenzione e cura delle malattie metaboliche
  • Obesità
  • Sovrappeso
  • Dieta ipocalorica bilanciata
  • Dieta chetogenica
  • Dieta in menopausa
  • Dieta per osteoporosi
  • Disturbi alimentari
  • Vaginite
  • Vaginosi batterica
  • Vulvovaginiti micotiche e batteriche
  • Candida ricorrente e/o recidivante
  • Malattie sessualmente trasmissibili
  • Medicina Genere-Specifica
  • Prevenzione in oncologia ginecologica
  • Senologia
  • Papilloma virus (HPV)
  • Pap test -THIN Prep
  • Papcheck (HPV Dna + Pap test in fase liquida)
  • Test per HPV DNA HR
  • HPV mRNA
  • Colposcopia
  • Seconda opinione medica
PROGETTO PIANETA DONNA

Il complesso Pianeta Donna risulta emblematico dal punto di vista endocrinologico per la complessità di interrelazioni metaboliche e ormonali tra le stesse ghiandole endocrine e gli organi bersaglio degli ormoni come la mammella e l’utero. Il corretto equilibrio ormonale viaggia lungo un sottile e delicatissimo ‘ fil rouge ’ denominato asse ipotalamo-ipofisi-tiroide-ovaie, archetipo del meraviglioso meccanismo della macchina umana. Un complicatissimo asse che sovrintende un delicato meccanismo di auto-regolazione responsabile dell’armoniosa espressività femminile. Ritengo sia imprescindibile considerare che le conoscenze acquisite con le specializzazioni in Endocrinologia e Oncologia aiutano concretamente a facilitare l’iter diagnostico e terapeutico in ambito Ginecologico dedicando maggiore attenzione alla salute femminile. La maggior parte della patologia ginecologica ambulatoriale è di interesse diagnostico della oncologia-ginecologica – soprattutto in termini di prevenzione – e della endocrinologia-ginecologica (sterilità, acne, disturbi mestruali, contraccezione, ipertricosi, climaterio, menopausa, osteoporosi, alterazioni funzionali ovariche, diabete, iper-androgenismo secondario a iper-insulinismo, iper-prolattinemia secondaria a ipotiroidismo …), il resto è di pertinenza prettamente chirurgica.
L’impostazione prettamente chirurgica esclusiva della Ginecologia spesso minaccia l’imprescindibilità di una più adeguata prevenzione, una migliore accuratezza delle diagnosi e l’indirizzo verso terapie più appropriate o innovative, già patrimonio della conoscenza e formazione internistica. Senza fraintendimento, equivoco, incomprensione o travisamento si ritiene che la caratterizzazione endocrinologica ed oncologica ad essa associata, sia un tassello importante nella più adeguata formazione professionale rivolta alla realizzazione di un  “Progetto Donna”  dedicato alla peculiare cura ed attenzione della salute femminile.